Arte

Intanto alcune definizioni:
La scrittura è la pittura della voce (Voltaire)
La scrittura e la pittura hanno lo stesso fine: comunicare sensazioni e idee
La scrittura è le portrait di chi scrive(Crepiex-Jamin)

Nell’etimologia del termine greco il termine graphein, significa grafia, ma anche segno che incide e che narra: quale mezzo è più adatto a narrare che un quadro, un dipinto, indipendentemente dallo stile usato e dal supporto utilizzato. Il bambino con i suoi primi approcci con il foglio bianco o l’artista con il suo capolavoro intendono esprimere, con modi e forme diverse, delle sensazioni, delle emozioni.

La pittura, diversamente dalla scrittura, non ha dovuto organizzarsi e trovare i simboli con i quali esprimersi, è stata una necessità istintiva e immediata. Certo si è evoluta, modificando lo stile e il modo di esprimersi, ma invariata è rimasta l’urgenza interiore.

L’interpretazione di uno scritto richiede una internediazione culturale, conoscere i simboli, interpretarli e tradurli in concetti, la pittura attiva immediatamente il nostro immaginario trasmettendoci il messaggio subliminale o esplicito.

Un’approfondita analisi, avvincente e dettagliata, del rapporto tra la scrittura e il disegno è possibile trovarla leggendo il libro “Segni come disegni” Ed.Magi della Dott.ssa Maria Luisa Ferrea